Cerca

Server fisico o virtuale:

la scelta migliore per la tua organizzazione

Non sai quale sia il server più adatto alle tue esigenze aziendali?

In questo articolo, ti spiegheremo le differenze chiave tra il server fisico e il server virtuale, cercando anche di sfatare lungo la strada alcuni dei miti più diffusi sul tema. Ci auguriamo che questo articolo ti aiuti a prendere la decisione migliore. Vediamo quindi come orientarsi tra un server fisico o virtuale.

Server fisico (anche detto server dedicato)

Prima di comprendere la differenza tra server fisico o virtuale partiamo dalle basi. Cerchiamo di capire le caratteristiche di ognuno.

Un server fisico è una macchina fisica in grado di fornire  un servizio a un altro dispositivo (es. un computer) e ai sui utenti, definiti client. Il suo compito principale è gestire ed inviare i file a coloro che ne fanno richiesta.

Dal punto di vista tecnico sono composti da differenti parti hardware. Hanno caratteristiche simili ai computer, ma molto più performanti e pesanti.

Server virtuale (anche detto VPS o una macchina virtuale)

Per cogliere al meglio il concetto di server virtuale, spieghiamo brevemente come avviene la virtualizzazione di un server.

I server virtuali funzionano con un Hypervisor, ossia un  sistema operativo o un software all’interno del sistema operativo, che simula un ambiente informatico in cui vengono create e eseguite le macchine virtuali.

Quest’ultimo può essere installato all’interno del server fisico e le sue risorse saranno equamente distribuite tra le Virtual Machines. Un elemento da tenere presente è che un server fisico può ospitare centinaia di VM

Scopri tutte le caratteristiche di un server virtuale

Server fisici e server virtuali pro e contro

Possiamo ora fare un confronto generale tra VM e Server fisici, analizzando i PRO e i CONTRO di entrambe le soluzioni.

Quali sono adatti alla mia attività?

Risposta breve: il 99,9% delle volte, un server virtuale è una scelta migliore

La virtualizzazione è in continuo miglioramento. Quasi tutte le aziende nel mondo hanno adottato la virtualizzazione, a meno che non si abbia bisogno della reale potenza di un server dedicato e si abbia anche un grande budget aziendale, non c’è altro motivo per cui non si dovrebbe scegliere un VPS.

Un server virtuale, soprattutto se basato su SSD, è veloce, sicuro e facile da gestire.

I tecnici esperti di Infoservice di avvalgono delle tecnologie Microsoft, in particolare di Azure File Sharing per offrire condivisioni file completamente gestite sul cloud, accessibili tramite il protocollo SMB (Server Message Block).

Contattaci per avere maggiori informazioni e una stima dei costi basata sulle specifiche aziendali.

Un server virtuale costa meno di quanto immagini!