Le competenze digital del 2021

L’importanza dei corsi di formazione

A causa della situazione demergenza in cui ci troviamo da quasi un anno si è compreso che non si potrà più fare a meno delle nuove tecnologie. Molte imprese italiane hanno cercato di rispondere alla crisi investendo sull’innovazione e cercando di raggiungere il livello degli altri Paesi europei.  

La sfida che molte imprese si trovano ad affrontare oggi riguarda il come utilizzare in modo adeguato gli strumenti informatica, in quanto la maggior parte dei lavoratori non ha le competenze informatiche necessarie. 

Rischi aziendali di lavoratori inesperti 

La mancata capacità di utilizzare i nuovi strumenti ha esposto il patrimonio informativo aziendale a nuovi rischi. Molti attacchi informatici riguardano il furto di dati aziendali causati da utenti inesperti che può provocare un danno economico molto alto per le imprese.  

Oltre ai danni provocati da attacchi informatici, non dobbiamo dimenticare l’inefficienza causata dal non saper utilizzare strumenti informatici, soprattutto nella crisi che stiamo vivendo che obbliga milioni di lavoratori a lavorare da remoto 

Lo smartworking di successo prevede che i lavoratori sappiano lavorare in sicurezza e che sappiano utilizzare piattaforme di condivisione e collaborazione aziendale.  

Nonostante ciò, in Italia il numero di aziende che ha investito per formare adeguatamente il proprio personale è ancora basso.  

Secondo il Rapporto Clusit 2020, solo i55% delle aziende ha definito un piano strutturato di formazione che coinvolge tutti i lavoratori, mentre il restante ha previsto solo dei corsi una tantum. 

La Strategia Nazionale per le Competenze Digitali. 

 

Nei giorni scorsi nel nostro Paese è stato definito un Piano Operativo per definire le linee guida della Digital Transformation. Tra i tanti obiettivi è stata sottolineata l’importanza di avere sempre più lavoratori con adeguate competenze in ICT.  Secondo le stime la quota di PMI che hanno al loro interno specialisti ICT dovrebbe aumentare del 50%. La chiave per avere collaboratori pronti a rispondere alle sfide della digitalizzazione è investire nella loro formazione.  

Nel piano Operativo è stato definito che: 

  • Nel settore privato, si cercherà di supportare economicamente le aziende nel percorso di innovazione. In particolare, sono state previste delle azioni, come il Credito Imposta formazione 4.0, volte a incentivare le imprese a formare i propri collaboratori.  
  • Per il settore pubblico, si cercherà di reclutare dipendenti con le adeguate digital skills e di iniziare percorsi formativi per permettere a tutti i collaboratori di acquisire le giuste competenze per lavorare in PA sempre più digitali 

Competenza e consapevolezza 

 

Ogni corso di formazione dovrebbe rendere i collaboratori di un’azienda competenti e consapevoli dei rischi connessi alle loro azioni In particolare, nell’era dello smart working l’attività di formazione prettamente tecnica deve comprenderne una di sensibilizzazione. 

Solo in questo modo sarà possibile far comprendere le conseguenze reali provocate dall’utilizzo inesperto di alcuni strumenti. 

Secondo l’Osservatorio delle Competenze Digitali, le digital skills dei lavoratori riguardano la capacità di saper utilizzare strumenti informatici a prescindere dalla loro funzione aziendale. Questo ci fa comprendere che nessun dipendente è esente dal dover acquisire nuove competenze in quanto le nuove tecnologie stanno trasformando ogni attività lavorativa, dalla più semplice alla più complessa.  

A chi affidarsi per la formazione? 

 

L’offerta commerciale è molto ampia, vi sono tante aziende che propongono corsi molti diversi tra loro. Prima di scegliere quale partner affidarsi è importante comprendere le competenze che si intendono acquisire in base agli strumenti che si utilizzano in azienda.  

Se stai cercando esperti Microsoft, Infoservice è il partner che fa per te! 

 

Infoservice è in grado di aiutarti ad avere le skills adatte per poter creare un ambiente di lavoro più smart e per incrementare l’efficienza dei tuoi collaboratori, che saranno in grado di lavorare in ogni luogo e in totale sicurezza.  

Tutti saranno in grado di utilizzare in modo professionale i principali tool di collaborazione aziendale e di produttività personale targati Microsoft, come Microsoft Teams o SharePoint online.